Andreas Albrecht – The Restaurant at the Beginnings of the Universe

Andreas Albrecht
The Restaurant at the Beginnings of the Universe
(proposal)

È un libro che parla del tempo (e dell’entropia, della meccanica quantistica, della gravità, dei buchi neri eccetera), in particolare della direzione [arrow] del tempo. «Is the re­versible time of the microworld the same as the irreversible time of eve­ryday expe­rience? This book will argue that the two times are indeed one and the same […]». L’autore ritiene che «at some point in the (perhaps foreseeable) future the ar­row of time will have a significant role in important new cosmological research»; uno dei suoi «goals for this book is to draw this subject to the attention to more of my col­leagues»; tra le tante questioni che vengono affrontate vi è: «Can the eve­ryday world, with its strong arrow of time, be understood in terms of the microscop­ic world from which it is composed?»

Albrecht parla molto bene di sé e assicura di saper scrivere. In effetti qui abbiamo pagine discrete. Tuttavia questo materiale è insufficiente, non solo per la quantità, ma soprattutto perché l’unico capitolo fornito, l’Introduzione, affronta un po’ alla larga l’argomento («I have begun to illustrate in rather intuitive terms the special relationship […]») e sarebbe necessario vedere come l’autore se la cava poi.
Posso solo consigliare di valutare il libro non appena disponibile.

Andrea Antonini
(28 dicembre 1997)