Ladislaus E. Almásy – Schwimmer in der Wüste. Auf der Suche der Oase Zarzura

Ladislaus E. Almásy
Schwimmer in der Wüste. Auf der Suche der Oase Zarzura
circa 690.000 battute

I viaggi di Almásy nei deserti africani, missioni scientifiche in automobile su strade appena accennate, e in aereo. La scoperta dell’oasi Zarzura e di disegni preistorici nel cuore del deserto, tra cui quelli di nuotatori.
Tralasciando la noiosa presentazione di Schrott e Farin, questo libro è in sé perfetto. Un linguaggio cristallino, l’assoluta mancanza di retorica e di ampollosità, la chiarezza dell’esposizione e l’entusiasmo evidente ma non ostentato sono buona parte di questo libro. Le scoperte geografiche non sono così straordinarie, e i problemi della sete nel deserto sono piuttosto prevedibili, tuttavia la scrittura li rende intriganti.
Qui in appendice troviamo anche dei capitoli tratti dall’edizione ungherese del 1934, senz’altro da mantenere, come da mantenere sono le belle fotografie. Interessante è anche il capitoletto «Zu diesem Buch», di Michael Forscher.
Circa un’edizione italiana, individuo il maggior problema nella traduzione, che dovrebbe a tutti i costi mantenere la misura dell’originale.


Andrea Antonini