Louis Sarno – Last Thoughts While Vanishing

Louis Sarno
Last Thoughts While Vanishing

Nel bacino del Congo vivono i BaAka: “The BaAka are one of the longest examples of cultural continuity anywhere in the world. All indications are that they’ve been living in the forests of the Congo Basin since before recorded history” (p. 3). Meravigliosi danzatori e musicisti, dotati di suoni e composizioni uniche, da preservare tra una missione cattolica e l’avanzare del consumismo, i BaAka attirano l’autore in Africa (ma alla fin fine sospetto che sia una fiction), con le consuete difficoltà di sopravvivenza.
Sarno è innamorato perso dei BaAka, così meravigliosi, così eccezionali, eccetera: appunto, più che ripetere che sono meravigliosi, che hanno un non so che, il nostro Sarno non è che possa fare. Anche le descrizioni più dettagliate lasciano il tempo che trovano: “There are many sorts of music forms among the BaAka B gbagba (children’s musical games), elanda (the teenagers’ flirtatious dance), gano (sung fables), boyobé (hunting ceremony, particularly for net hunting), ejengi (a big spirit dance), makusé (honey-gathering dance), etc.” (p. 18). Così come le descrizioni degli spettacoli, ecc.
Se almeno si avesse un’idea, musicale e visiva, di che cosa sta parlando l’autore, forse il libro acquisterebbe colore, ma così si tratta di un testo che al massimo accende la curiosità per questi signori che vivono nel centro dell’Africa.


Andrea Antonini

(2 agosto 2002)
copyright Andrea Antonini