Tim Birkhead – Promiscuity. An Evolutionary History of Sperm Competition and Sexual Conflict

Tim Birkhead
Promiscuity. An Evolutionary History of Sperm Competition and Sexual Conflict
circa 610.000 battute

Da un punto di vista evolutivo, è conoscenza comune che «[…] males have lots to gain from copulating with multiple partners, but there is little or no benefit for females behaving simi-larly» (p. 196). In realtà, con le attuali conoscenze, la classica posizione darwinista non appare più vera.
Esiste una tendenza da parte delle femmine, dagli insetti al genere umano, a cercare attivamente più partner, così da poter ‘scegliere’, dopo l’accoppiamento, lo spermatozoo migliore: «If females choose their partners, and if they actively choose to copulate with several males, might they not also choose between the sperm of different males? […] sperm choice was a continuation of a female’s pre-copulatory choice of a sexual partner» (p. 19).
Ma quale spermatozoo vince, e perché? È l’argomento di questo libro: «This is a book about reproduction. It is about the causes and consequences of female promiscuity, and in particular the ways in which the two components of Darwin’s concept of sexual selection – competition between males and choice by females – operate after insemination has taken place. Post-copulatory sexual selection, as it is called, consists of competition between the sperm of different males to fertilize females’ eggs (sperm competition) anch choice of different males’ sperm by females (sperm choice). These are, by definition, processes that can occur only if females are inseminated by more than one male during a single reproductive cycle […]» (p. ix).
La lettura sorprende, il testo è interessante, la tradizionale visione di uomo cacciatore, propagatore dei propri geni, e donna passiva viene accantonata definitivamente, il ‘gene egoista’ amplia le sue competenze.
Promiscuity non è tuttavia un libro che si possa pubblicare a cuor leggero; se l’argomento è interessante e affascinante, abbiamo pur sempre qui un libro specialistico, con numerosi esempi tratti dal mondo animale che certo non possono dirsi ameni se non si ha un interesse specifico per l’argomento. Abbiamo insomma un libro che è opportuno lasciare a editori specializzati.

 

Andrea Antonini
(8 febbraio 2000)
copyright © Andrea Antonini

nota 2015: in questo caso non mi diedero retta e comprarono i diritti del libro, che tradussi poi io; la traduzione in assoluto più difficile che abbia mai fatto